Generazioni Connesse: SIC 3


La campagna dei Super Errori

La campagna dei Super Errori

en_cef__

EDI è in prima linea nella nuova edizione di Generazioni Connesse. Sensibilizzazione, supporto, formazione e comunicazione tra le parole chiave del nuovo progetto, i cui obiettivi saranno: rendere Internet un ambiente più sicuro per bambini/e e ragazzi/e, rendendolo più adatto alle loro esigenze, aumentando la loro capacità di trarre vantaggio dalle opportunità o­fferte dalle ICT ed incoraggiando l’utilizzo responsabile. EDi in particolare è protagonista nelle azioni rivolte alle scuole con:

  • attività di supporto alla costruzione di e-policy e regolamenti interni volti a prevenire e gestire situazioni problematiche, come il bullismo e il cyberbullismo.
  • formazione sul campo per le scuole selezionate in base ai risultati dell’autovalutazione.
  • ruolo centrale nella creazione di una piattaforma online apposita per supportare le scuole in questa fase e per offrire loro un percorso formativo online completo sul tema della sicurezza in rete.

Il progetto SIC II appena concluso, inoltre, ha ottenuto ottimi risultati: la campagna social ha raggiunto 5.337.000 persone con i post e i video condivisi tramite i social media, 200.000 contenuti editoriali sono stati letti su Skuola.net, i concorsi per studenti hanno coinvolto 359 scuole per un totale di 13.712 ragazzi e 523 insegnanti, i kit informativi per le scuole hanno raggiunto 5 milioni di studenti e circa 8.000 studenti sono stati coinvolti nel Tour “Una vita da Social”.

Il progetto è coordinato dal MIUR e co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Connecting Europe Facility (CEF). Oltre a E.D.I. GENERAZIONI CONNESSE vede sul campo le principali realtà italiane che si occupano di questo tema: l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Movimento Difesa del Cittadino, Skuola.net, DIRE.it,  l’Università degli studi di Firenze e l’Università degli studi di Roma “La sapienza”.